IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Poker consigli: Essere concentrati di Huckleberry Seed, giocatore di Full Tilt

 


concentrazione-poker

Il tema di questo articolo è la concentrazione.

Cosa fate per rimanere concentrati al tavolo da gioco? Ascoltate musica, rimanete in solitudine per un po’ prima di giocare o cos’altro?

Ecco dei consigli sul poker che vengono dritti dritti dai campioni, dagli esperti giocatori di Full Tilt Poker, sicuramente tra i migliori e più vincenti al mondo.

Parla Huckleberry Seed, giocatore Full Tilt:
Mi trovo ad un tavolo finale delle FTOPS, devo rimanere concentrato ed attento, voglio riuscire ad elaborare le informazioni giuste nel modo migliore, per giocare ai massimi livelli contro i miei avversari.

Durante la pausa di un torneo NLH da 500 partecipanti a Foxwoods di qualche anno fa, stavo per mangiare un panino, e mentre chiacchieravo con un giocatore della vecchia scuola che era al mio tavolo, mi venne in mente di chiedergli se voleva qualcosa da mangiare. No, grazie! mi rispose. “un cane affamato caccia meglio”.

Rimasi perplesso, questa risposta non la dimenticherò più. Posai il panino e non toccai cibo per il resto del torneo. Una bella sfida, anche contro la fame, (il torneo durò 22 ore), ma giocai davvero bene vincendo il torneo.

Non mi sorprendo che David Williams dopo le sue vittorie nei tornei mi diceva che non aveva mangiato nulla durante la gara, e aveva bevuto solo un pò di succo di pomodoro ogni tanto per assicurare al suo cervello il glucosio sufficiente a funzionare al meglio.

Lo yoga e la meditazione, sono anch’essi dei mezzi eccellenti per prepararsi a concentrarsi nel gioco. Ricordo che un giorno con il mio amico Joe seguimmo una lezione di Yoga. Dopo la lezione ci recammo al casino. Al termine della serata Joe mi rivelò di non aver mai giocato così concentrato, senza pensieri per la mente come quella sera.

Un giocatore di poker professionista di Seven-Card Stud David Hayden, assicura sulle virtù terapeutiche dello yoga per megliorare il proprio modo di giocare a poker, a golf, e in generale per migliorare la maggior parte degli aspetti della vita.

Dan Harrington attribuisce la sua capacità di rimanere concentrato per tutta la lunghezza di un torneo alla sua precedente carriera di giocatore di scacchi. A volte una partita di scacchi in un torneo professionistico può durare anche sei o sette ore. Negli scacchi un solo errore può costarti la partita, proprio come nel NLH dove un solo errore può costarti l’intero stack.

La concentrazione mentale è fondamentale per vincere al poker, se al tavolo accade qualcosa di brutto e ti abbatti immediatamente, e dopo un’ora o due la tua mente comincia a smarrirsi, forse devi provare a metterti a testa in giù e a fissare un puntino nel muro (una volta l’ho fatto per scommessa).

Sempre Huckleberry Seed afferma che:
Come per la meditazione, il primo a farmi conoscere il mondo del Buddismo Zen è stato Howard Lederer, intellettuale completo e vario. Credo fermamente nel fatto che praticare varie forme di meditazione aiuterà la tua capacità di concentrazione al tavolo da poker. Dopo aver provato un pò vari tipi di meditazione potrai provare a far diventare il poker la tua disciplina di meditazione!

Personalmente mi entusiasmano gli scritti del poeta e monaco e maestro buddista vietnamita Thich Nhat Hanh, così come il mestro spirituale contemporaneo Eckhart Tolle (autore del bestseller “The Power of Now”) e vorrei ringraziarli per aver migliorato la qualità della mia vita e la concentrazione nel mio modo di giocare a poker.

Penso che i desideri semplici e la motivazione vadano di pari passo con la concentrazione. I giovani giocatori che hanno un forte desiderio di vincere o competere o migliorare il loro gioco sono super focalizzati senza saperlo, e probabilmente non sanno cosa significhi non essere concentrati. È una cosa che viene naturale quando desideri qualcosa ardentemente.

Termino qui il mio articolo prima di dire “concentrazione” più volte di quante Alan Iverson abbia detto “practice” (allenamento). Spero che il mio articolo possa aiutarti a trovare la strada per essere più concentrato quando giochi a poker, e che nel farlo tu possa trovare nelle profondità del flusso del gioco quel posto dove nascono le mosse che stupiscono e dove puoi trovare la gioia del poker.

Huckleberry Seed

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*