IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

L’Italia vince la coppa del mondo di Poker

 


Ormai sembra passato un secolo da quando i giocatori Italiani professionisti di poker venivano derisi e non considerati a livello internazionale.
In un paio d’anni il poker in Italia è cresciuto e si è sviluppato ad alti livelli, sfornando giovani campioni che stanno contribuendo ad aumentare la passione per questo fantastico gioco.

Dimostrazione ne sono gli ultimi ottimi risultati dimostrati dai nostri giocatori Nazionali, come ad esempio il quarto posto al Main Event WSOP di quest’anno ad opera di Filippo Candio.

Per non dimenticare proprio la scorsa settima la vittoria alla World Cup of Poker della squadra italiana, a conferma che il poker Italiano è cambiato, è maturo. Sono passati oramai i tempi, di quando “giocatore italiano” equivaleva a “pesce”, oggi alcuni dei nostri giocatori sono delle realtà internazionali.

La Squadra Italiana composta dal grande Luca Pagano, Litterio Pirrotta, Davide Scafati e Ravel Furfaro partiva al tavolo finale dal sesto posto, con un risicato stack di 31.000 chips, ma ciò non ha impedito di battere tutte le altre squadre qualificatesi: Gli USA, la Spagna, l’Argentina, le Filippine, l’Ucraina, ed infine, Slovacchia e Regno Unito.

Il premio finale di 100 mila dollari, più di un terzo del montepremi totale di 290,000$, è quindi finito nelle mani dei nostri amici Italiani dopo una dura ed entusiasmante lotta per il titolo di Campione del mondo.
I primi ad uscire sono i Filippini, tagliati fuori dal Team inglese grazie a Liv Boeree, prima al Pokerstars EPT di Sanremo 2010.

Pagano e compari scendono a 16.000 chips dopo dure ore di gioco, ma una mano fortunata contro gli Inglesi (una scala inaspettata al River) regala un double-up, e si rientra in partita!
Si buttano fuori anche gli Slovacchi e si va in testa con 112.000 chips.

L’Italia non si ferma più, una spallata agli Ucraini e un duro colpo agli Inglesi e si sale a 225 mila. Ma Liv Boeree, il capitano inglese tiene duro, e si arriva testa a testa Italia – Inghilterra.

L’Inghilterra si butta con A♠ 3♦, gli Italiani chiamano con Q♦ A♥, fin da subito il flop è favorevole con A♠ Q♥ K♦, il turn e il river 8♥ 3♠, non lasciano più nessun dubbio, il titolo e i 100.000 dollari sono nostri.

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*