IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Phil Ivey: Non è più conveniente giocare a Las Vegas

 


Ogni giocatore di Poker, professionista o inesperto, ha almeno una volta sentito parlare o visto giocare, ad esempio in TV, uno dei giocatori di poker attualmente più forti al mondo: Stiamo parlando di Phil Ivey!

E proprio lui, giocatore considerato il più completo, forte nel Texas e in tutte le altre varianti, invincibile al Cash Game, a dichiarare che Las Vegas non è più terreno fertile per giocare al poker.

Las Vegas, oasi nel deserto del Nevada, la Città piena di luci che non dorme mai, divenuta famosa proprio per i casino e per il Poker, non sfornerebbe più partite di poker sufficienti a soddisfare le esigenze di giocatori come Phil Ivey?
Questo è quanto dichiara il giocatore che sponsorizza Full Tilt Poker: Ultimamente trovare tavoli di poker pieni di soldi è diventato molto difficile, al massimo uno a settimana, un tempo invece se ne trovavano di quotidiani.

Tempo di vacche magre anche per il poker?
Ma certo che no, Las Vegas è sempre Las Vegas, ma a quanto pare trovare tavoli higth stack è divenuta cosa molto rara.
Oggi si punta al mercato Cinese (anche in questo settore) e alla Malesia, dove i ricchi imprenditori che frequentano le grandi Città dei due stati, possono assicurare elevati introiti a gente del calibro di Phil Ivey, John Juanda e Tom Dwan.

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*