IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Sistema Roulette: Metodo paradosso del compleanno

 


Come vincere alla roulette

Il sistema che adesso ti propongo non si basa sulla fortuna, ma è stato sviluppato prendendo ispirazione dal famoso paradosso matematico di Von Mises. A dir la verità, non avevo mai sentito parlare di Von Mises, e neanche del suo paradosso matematico, che a quanto pare è abbastanza famoso.

La strategia l’ho trovata sul sito ilpianetagioco.com, e dopo una rapida lettura ho capito che aveva delle forti potenzialità, tuttavia, a mio avvivo peccava in alcuni punti, senza dimenticare che alcune questioni non erano ben spiegate, e quindi non comprese appieno dai lettori.

Dopo una profonda analisi, ho ritenuto di apportare qualche piccolo cambiamento, adesso non sarà diventata sicura al 100% (e nessuna strategia per la roulette lo potrà mai essere), ma almeno ne ho ridotto i rischi. Magari erro in qualche passaggio e forse qualcosa mi sfugge, ma anche dalle simulazioni effettuate sembra che i rischi si siano ridotti.

Nom vi resta che metterla in pratica voi stessi, anche in modalità demo, così da verificarne personalmente la bontà di quanto procederò a spiegarvi. I commenti sono ben accetti, se trovate un qualche difetto commentate pure.

Vi consiglio di testarla su uno di questi tre casino:

Betfair

Star casinò

888.it Casino

I motivi sono fondamentalmente 2:

  • Sono colossi internazionali, se vincente anche somme elevate non staranno li a fare questioni o a limitarvi il conto. Casinò più piccoli invece mostrano maggiore attenzione ai giocatori vincenti.
  • Offrono anche il casinò live con croupier dal vivo, dove risulta impossibile qualsiasi forma di manomissione, questo se decidete di testare la strategia live.

Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire come funziona il sistema che adesso vi mostrerò.

Il paradosso matematico dell’austriaco Richard Von Mises

Per prima cosa dobbiamo affrontare la questione relativa al paradosso matematico di Von Mises, meglio conosciuto come il paradosso del compleanno. Si tratta di teoria delle probabilità, e dato che per qualcuno il concetto potrebbe apparire abbastanza ostico, vi dico subito che potete tranquillamente tralasciare i calcoli che seguirano, in quanto non essenziali per mettere in pratica il sistema della roulette, ma fondamentali per dimostrare la bontà dello stesso. Di conseguenza, o continuate a leggere cercando di capire le due formulette matematiche, oppure prendete per buono quanto vi dico e provate il sistema in fiducia.

Il paradosso afferma che su un gruppo di persone, anche poco numeroso, le probabilità che almeno due di queste compiano gli anni nello stesso giorno e nello stesso mese, è più alta di quello che si possa intuire. Ad esempio, già con un gruppo di 23 persone, la probabilità è del 51%, con 30 persone superiamo il 70% e con 50 persone saliamo al 97%. Ovviamente, il 100% si avrà solo con un gruppo di 365 (o di 366) perché si coprirebbero tutti i giorni dell’anno.

Non vi sembrano incredibili questi numeri? A me si.

Come calcolare le probabilità del compleanno

Si potrebbe agire come segue: Per prima cosa si calcola la probabilità che l’evento non si verifichi p(A), ovvero che nel gruppo nessuno compia gli anni nello stesso giorno, a questo punto si ottiene la probabilità dell’ evento complementare (cioè la probabilità che l’evento si verifichi), come differenza tra 1 – p(A).

Spero di non avervi già messo in difficoltà, se interessati potete leggere il paradosso del compleanno anche su Wikipedia .

Bene, proseguiamo!

Se i giorni dell’anno sono 365, e le persone del gruppo sono 2, qual’è la probabilità che nessuno del gruppo compia gli anni nello stesso giorno?

Basta rapportare i casi favorevoli sui casi possibili = 364 / 365

I casi favorevoli sono 364, ovvero tutti i giorni dell’anno in cui la seconda persona può compiere gli anni in un giorno diverso da quello della prima. Se il gruppo è formato da 3 individui i casi favorevoli su quelli possibili diminuiscono a 363 / 365 perché adesso sono 2 i giorni dell’anno ad essere occupati.

E se al gruppo si aggiunge una quarta persona? Allora ci saranno 362 casi favorevoli su 365 possibili e via dicendo per un numero di persone maggiore.

Per calcolare la probabilità che tutti i compleanni cadano in date diverse bisogna calcolare la probabilità composta:

p(A2) * p(A3) * p(A4) *….. *P(An) = 364/365 x 363/365 x 362/365 x …

Dove P indica la probabilità dell’evento, mentre A2, A3, A4 il numero di persone.

Perfetto! La formula in alto ci permette di conoscere quale sia la probabilità che all’interno di un gruppo di n persone nessuno compia gli anni lo stesso giorno. Quindi, se per esempio il gruppo è formato da 5 persone, la probabilità sarà così ottenuta: (364/365) x (363/365) x (362/365) x (361/365) = 0.97 (97%).

Questo numero ci dice che su un gruppo di 5 persone, la probabilità che nessuno compia gli anni nello stesso identico mese e giorno è del 97%.

Adesso, per calcolare la probabilità complementare, cioè la probabilità che all’interno del gruppo di 5 persone, almeno due compiano gli anni lo stesso giorno e mese, basta questa sottrazione: 1 – 0,97 = 0,03 (3%).

Paradosso di Von Mises applicato alla roulette

Possiamo sfruttare le grandi potenzialità offerte dal paradosso di Von Mises per creare un sistema vincente per la roulette, basta ragionare con la stessa logica. In questo caso i giorni dell’anno sono i numeri della roulette, le persone sono i numeri sui quali scommettiamo, mentre i compleanni sono le ripetizioni.

Bene, ti dico subito che dopo 9 numeri usciti alla roulette, la probabilità che vi sia una ripetizione è del 73,71%. In pratica, 3 volte su 4 vinciamo, e questo non lo affermo io, ma il calcolo delle probabilità. Il sistema originario prevedeva di continuare fino al quattordicesimo tentativo, ma secondo i miei calcoli conviene fermarsi al nono tentativo. Adesso lo vedremo.

Ho verificato personalmente questi dati, sia teoricamente (calcolando le probabilità), sia empiricamente mettendo in pratica centinaia di simulazioni in modalità demo, e tutto sembra funzionare.

Come prima cosa procedi a scaricare il foglio Excel che ti permetterà di seguire il sistema.

In secondo luogo stai attentissimo a quanto segue perché è la parte più importante, quella dove spiego il funzionamento del sistema per vincere alla roulette.

Spiegazione del sistema per vincere alla roulette

Come prima cosa ti consiglio di guardare il video seguente, sarebbe il video originale del sistema, poi continua a leggere, così capirai comeho deciso di modificarlo.

Obiettivo: Ricercare una ripetizione entro i primi 9 tentativi
Montante: scommettere 1 gettone per i primi 5 tentativi, 2 gettoni per il tentativo 6 e 7, 3 gettoni per l’ottavo, 4 gettoni per il nono.

Aprite il foglio excel, avviate la roulette e fatele fare un giro senza scommettere, attendete che esca il primo numero, quindi segnatelo sul foglio.

La prima uscita è ad esempio il numero 6

Giochiamo 1 gettone sul numero 6, avviamo la roulette ed attendiamo il risultato. Se esce 6 il sistema si chiude perché abbiamo raggiunto l’obiettivo, se invece esce un numero diverso, il sistema continua. Se esce 6 al primo tentativo, a fronte di un gettone scommesso, ne guadagniamo 36, per un profitto netto di 35.

Ma ipotizziamo che ciò non sia accaduto, quindi procediamo con la serie.

Dopo il 6 esce il numero 4

Giochiamo 1 gettone sul numero 6 ed uno sul numero 4 (spesa 2 gettoni, spesa compreso il tentativo precedente 3 gettoni). Se azzecchiamo la ripetizione guadagniamo 35 gettoni, per un profitto netto di 34 gettoni (33 se togliamo il gettone perso al primo tentativo).

Adesso esce il numero 12

Giochiamo 1 gettone sul numero 6, un gettone sul 4 ed uno sul 12.

Esce il numero 31, non abbiamo ancora indovinato la serie, quindi puntiamo 1 gettone sul 6, sul 4, sul 12 e sul 31.

Andiamo avanti così fino a quando vinciamo, oppure fino al nono tentativo.

Nel primo caso la serie si conclude perché abbiamo raggiunto l’obiettivo, nel secondo caso ci fermiamo per evitare di far crescere troppo le perdite, e la serie si conclude con una perdita di 101 gettoni.

Ricordate però che al sesto e settimo tentativo vanno scommessi 2 gettoni su ogni numero, all’ottavo tentativo 3 gettoni ed al nono 4 gettoni. Ma questo lo potete ben vedere dall’esempio in basso dove abbiamo volontariamente ipotizzato di arrivare alla serie di 9 numeri senza alcuna vincita.

Clicca sopra l’immagine per aprirla a schermo intero

montante von misis

Se osservate la tabella in alto, vi potete rendere conto che il rischio massimo che corriamo sono 101 gettoni al nono tentativo (36 gettoni + tutti i gettoni persi nei primi 8 tentativi). Il decimo non lo facciamo perché perderemmo molto di più. Se invece indoviniamo durante i primi 9 tentativi, otteniamo una vincita netta che varia da un minimo di 21 ad un massimo di 45 gettoni, con una media ponderata di circa 30,5 gettoni.

Queste vincite, in base alle probabilità che la ripetizione ha diverificarsi durante i primi 9 tantativi, sono sufficienti a compensare la perdita di 101 gettoni al nono tentativo fallito. Purtroppo, il banco mantiene il suo margine su di noi ed il gap non scompare. Mi raccomando, non lo dimenticate mai.

Adesso, o vi fidate di quanto vi dico, oppure cercate di capire come mai è meglio fermarsi al tentativo numero 9 invece che procedere fino al 14.

Inoltre, a differenza di quanto sostiene il titolare del blog ilpianetagioco.com (del quale comunque ringrazio per l’idea della strategia), la vincita media ponderata al tentativo 14 non è di 40 gettoni , bensì di 30,5 gettoni circa.

La stessa media di 30,5 la ritroviamo al tentativo 9.

Di conseguenza, perché continuare la sessione fino al tentativo 14 rischiando così 581 gettoni, se riusciamo ad ottenere i medesimi risultati al tentativo 9?

Per comprendere quanto sostentuo osservate la tabella in basso:

Ho calcolato per i primi 13 tentativi una serie di valori che procedo a spiegare.

Tentativi – indica il numero di tentativi

Probabilità vincita – indica la probabilità di indovinare la ripetizione. Come vedete, al nono tentativo esiste già una probabilità di circa il 73,71% che si verifichi una ripetizione (per calcolare le probabilità potete usare la formula che vi ho spiegato all’inizio).

Vincita lorda – indica il numero di gettoni vinti in quel preciso tentativo, a questi devono essere tolti i gettoni persi nei tentativi precedenti, da qui si ottiene la vincita netta.

Vincita netta – indica la vincita al netto dei gettoni persi nei tentativi precedenti (è il numero che ci interessa).

Perdita tentativo – indica il numero di gettoni che perdiamo nel singolo tentativo, ad esempio, al secondo tentativo, se non becchiamo la ripetizione, la perdita sarà di 2 gettoni (infatti scommettiamo 1 gettone su un numero ed 1 gettone su un secondo numero). Al sesto tentativo i gettoni diventano 12 perché scommettiamo 2 gettoni su 6 numeri.

Perdita totale – include tutti i gettoni persi nei tentativi precedenti, così, al quarto tentativo si contano i gettoni persi in questo tentativo più quelli dei tentativi 1, 2 e 3, mentre al quinto si contano i gettoni persi dal tentativo 1 al tentativo 5 e così dicendo.

Tentativi probabilità vincita vincita lorda vincita netta perdita tentativo perdita totale
1 2,702702702 35 35 1 1
2 7,96201607 34 33 2 3
3 15,424555307 33 30 3 6
4 24,567846625 32 26 4 10
5 34,761380865 31 21 5 15
6 45,3406164 60 45 12 27
7 55,681580865 58 31 14 41
8 65,263941759 84 43 24 65
9 73,713253223 108 43 36 101
10 80,817779379 130 29 50 151
11 86,520601725 175 24 77 228
12 90,892298463 264 36 132 360
13 94,10 391 31 221 581

Al tentativo 13, se ancora nessuno tra i numeri giocati si è ripetuto, vengono rischiati 581 gettoni. Il paradosso di Von Mises ci diche che al tentativo 13 abbiamo 94,10% di probabilità di vincere e circa il 5,9% di probabilità di perdere, come dire che ogni 100 volte, in media 94 volte vinciamo e 6 perdiamo.

Facendo due calcoli, nelle ipotesi di perdita andiamo sotto 581 gettoni x 6 = 3486 gettoni, mentre nelle ipotesi in cui vinciamo otteniamo 30,5 x 94 = 2867 gettoni.

Se ci fermiamo al nono tentativo, la probabilità di vincita cala al 73,71%, ma rischiamo solamente 101 gettoni, quindi, 101 gettoni x (100 – 73,71) = 2656,3. Nell’ipotesi di vincita otteniamo 30,5 gettoni x 73,71 = 2248,15.

Facendo un confronto, con 3486 / 2867 = 1,215, mentre con 2656,3 / 2248,15 = 1,181. Questo significa che fermarsi al nono tentativo riduce le perdite, come avevo accennato in precedenza.

Per calcolare la media di gettoni che si possono vincere su 9 tentativi, non basta sommare le vincite nette dei nove tantativi e poi dividere per 9 (come fosse media aritmetica), ma bisogna ponderare il risultato per la probabilità di vincita. Quindi si moltiplica la probabilità di vincere del tantativo 1 (2,702) per la vincita netta del tentativo uno (35), poi la probabilità di vincita del tentativo 2 (7,962) per la vincita netta del tentativo due (33), e così fino al tentativo 9. A questo punto si sommano tutti i singoli valori ottenuti ed il risultato si divide per la somma delle probabilità di vincita dei primi 9 tentativi (2,702 + 7,962 + 15,424 + …. + 73,7132).

Considerazioni finali

Adesso facciamo però alcune considerazioni. Il sistema non è infallibile, e questo è evidente, ma non sperate di trovare un metodo per la roulette che funzioni al 100% perché è matematicamente impossibile. Come sempre devi accettare la possibilità di perdere. Se hai un po’ di fortuna puoi beccare le prime sessioni vincenti, chiudendo così in profitto.

Se invece vuoi tentare il colpaccio, puoi anche pensare di arrivare al tentativo 13 e seguire così la strategia originale, in fin dei conti hai un buon 94% di probabilità di vincere. In questo caso, il mio consiglio è uno solo: Se vinci una bella sommetta, smetti di giocare ed incassa la vincita.

Adesso lo so che la roulette non ha memoria ed ogni colpo è completamente indipendente dal precedente, e che di conseguenza non esiste sistema che batta il banco, ma questo vale solo per il giocatore di lungo periodo, se invece la fortuna gira per il verso giusto, nel breve termine puoi riuscire a battere il casinò, e questo nessuno può metterlo in dubbio.