IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Triplice alleanza nel poker tra Francia, Italia e Gran Bretagna

 


Triplice alleanza nel poker:
Sembrano ormai lontani i tempi in cui le grandi nazioni si alleavano per combattere una guerra, ormai siamo abituati a sentir parlare delle missioni di pace, ma nel mondo del poker on line qualcosa sta cambiando, non è più come prima, l’esempio Italiano di una regolamentazione nazionale sta prendendo il sopravvento in molti stati europei, e le ipotesi di accordi e di alleanze sono all’ordine del giorno.

Anche la liberissima Inghilterra sembra ad un punto di svolta, sta per attuarsi infatti una forte alleanza tra alcune nazioni del vecchio continente, Italia, Francia e Gran Bretagna, che sembrano vicine ad un accordo che regolamenterà il gioco on line e cambierà tutto il sistema.

Analizzando nel dettaglio possiamo notare che il governo Cameron ha fatto un dietro front in merito al gioco on line, il governo inglese infatti è sempre stato propenso per la liberalizzazione in tutta Europa delle sale da gioco in rete.
L’Inghilterra è sempre stata la patria del gioco d’azzardo e praticamente da sempre ha accettato il gioco libero senza privatizzazioni, mentre adesso vorrebbe tassare tutti quei siti che operano oltre i confini inglesi, tra questi gli innumerevoli casinò on line di Gibilterra, Malta e Alderney.

In tempo di crisi anche il Governo Inglese aveva deciso di prelevare di più dal comparto giochi, aumentando il prelievo al 15%, le case da gioco però, avevano ben pensato di trasferirsi da Londra in paesi con bassa fiscalità o addirittura prelievo zero. Ecco che allora questo ha modificato i progetti del governo Cameron propenso per anni al mercato libero, ed inoltre ha consolidato l’intesa tra Italia e Francia, che viceversa sono sempre state propense a un regolamento interno.

Da studi effettuati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e dall’ente regolatore francese si è potuto evincere che il poker on line è tra i giochi preferiti e diffusi in rete, e ciò porta ad una massiccia quantità di denaro disponibile.

La triplice e-alleanza, nello specifico l’Aams, l’Arjel e la Gambling Commission, (si prospetta che in un futuro non troppo lontano vi aderirà anche la Spagna), porterà innumerevoli vantaggi sia per le nazioni aderenti, sia per i giocatori stessi.

Infatti ogni nazione potrà accedere alle informazioni riportate in ogni database, contenente informazioni in merito alle varie poker room regolari, rendendo difficile la vita alle sale da gioco irregolari; dalla sua parte il giocatore sarà maggiormente tutelato sia giuridicamente che nel gioco stesso.

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*