IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Chi sono lo small blind, big blind e il button nel poker?

 


Blind sta per buio, quindi il big blind è il grande buio, lo small blind è il piccolo buio. Il button invece è il bottone, cioè il mazziere o il banco.
Il mazziere viene chiamato bottone perché è colui che tiene al proprio turno un bottone (solitamente bianco) con una D stampata. Il bottone serve a ricordare che è quel giocatore a fare il mazziere.

In una partita di Texas hold’em le tre figure in questione si susseguono in questo modo:
Mazziere (D)
Small blind (SB)
Big blind (BB)

Lo screenshot mostra le posizioni al tavolo

I blind sono coloro che hanno l’obbligo di puntare prima ancora che vengano distribuite le carte, non importa se poi decidono o meno di partecipare alla mano, le loro puntate rimangono sul tavolo.
Il big blind (BB per semplificare) punta sempre il doppio dello small blind (SB per semplificare)

Da cosa dipende la grandezza dei bui?

In ogni torneo o sit and go (a seconda della tipologia) è già previsto dalla poker room una scaletta di bui. Si parte ad esempio da 10-20 (10 per SB e 20 per BB) per salire ad ogni intervallo di tempo stabilito

Ad esempio, lo screeshot in basso mostra un livello bui tipico di un Sit and go con tavolo da 6.
Al primo livello i bui sono pari a 15 chips per lo SB e 30 per il BB
Dopo 6 minuti i bui aumentano a 20-40, dopo altri 6 a 25-50 e così discorrendo.

In una mano di Texas hold’em, dopo che i due bui hanno puntato, ad esempio 15 lo SB e 30 il BB, inizia a parlare il giocatore che è posizionato alla sinistra del BB. A turno, e a seguire, parlano tutti gli altri giocatori, l’ultimo a parlare è il BB a conclusione del giro, questo però se nessuno ha rilanciato.

Se invece qualcuno decide di rilanciare dopo che un giocatore era precedentamente entrato in gioco (cioè aveva messo nel piatto le stesse chips del BB), questo giocatore avrà ancora diritto alla parola (cioè potrà decidere se vedere o se rilanciare a sua volta).

Questa prima fase si definisce pre-flop

Concluso il pre-flop si passa alla fase del flop, ovvero quando vengono posizionate le prime tre carte comuni sul tavolo. A questo punto, è questo è importantissimo, inizia a parlare non più il giocatore alla sinistra del BB, ma lo SB, poi segue il BB e per ultimo il Bottone.

Capite l’importanza di essere il Bottone piuttosto che lo SB o il BB?
Il bottone ha una grandissima opportunità, aspettare e vedere cosa decidono di fare tutti gli altri, in base a ciò prenderà la sua decisione.
Lo SB è invece il più svantaggiato, è lui che parla per primo, mentre il secondo è il BB.

Chi parla per primo non ha mai informazioni rilevanti sulla mano degli avversari, ecco perché è svantaggiato.
Fortunatamente, alla conclusione della mano, chi stava in precedenza a sinistra del BB diventa lui BB. Il BB diventa invece SB, mentre lo SB diventa Bottone e così alla mano successiva. In poche parole si scende di un posto.

Il turn e il river non cambiano, inizia sempre lo SB.

A conclusione della trattazione ricordiamo che le posizioni al tavolo si distinguono in:

Early position

Mid position

Late position

L’early positions sono le posizioni iniziali, cioè le più sconvenienti perché come accennato in precedenza si inizia a parlare per primi.

Le mid positions sono le posizioni medie, quelle meno sfavorevoli perché si attende il turno di alcuni giocatori

Le Late positions sono infine le più convenienti, parlano per ultimi e possono quindi acquisire un certo numero di informazioni prima di fare la propria mossa.

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*