IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

In USA, azioni dure contro gli evasori fiscali

 


Spesso ci si lamenta delle tante cose sbagliate e di ciò che non funziona in casa propria, senza mai guardare invece quanto accade in altre parti del mondo.

In questo periodo le casse dello stato sono vuote non solo in Italia ma anche negli USA. E’ per questo motivo che un senatore Americano dello Stato del Connecticut, Carlo Leone, ha approvato un decreto che infierisce su coloro che sono risultati non solo evasori fiscali, ma persino semplicemente ritardatari nel pagamento delle imposte.

Chiunque dovesse trovarsi in questa situazione rischierebbe di vedersi detratta una parte di vincita realizzata con uno dei tanti giochi statali (ad esempio le Lotterie).
Considerato che già le vincite alla lotteria o ai gratta e vinci sono ampiamente tassate, il Pawerball o il Megamillions prevedono infatti una tassazione di circa il 30-40%, sembra un provvedimento molto duro!

La colpa è attribuita alla crisi, a quanto pare non si sa più dove prelevare denaro, già si raschia il fondo in tanti settori, quindi perché non approfittare di un settore come quello dei giochi che incassa miliardi di euro?

Il senatore Carlo Leone chiede un sacrificio a tutti (di solito però i politici sono esclusi dai sacrifici), ed è per questo che si prevede la compilazione di un documento che contenga tutti gli evasori o semplici ritardatari. In questo modo si pensa non solo di colpire i giocatori evasori, ma addirittura di ridurre il fenomeno dell’evasione.

Colpiti dal provvedimento saranno però solo i vincitori di somme superiori a 5 mila dollari.

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*