IL GIOCO PUO' CAUSARE DIPENDENZA - IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 - INFORMAZIONI SULLE PROBABILITA' DI VINCITA SONO SU WWW.AAMS.GOV.IT

Riceve l’assistenza alimentare ma erà già ricco

 


Scagli la prima pietra chi è senza peccato!
Tipica frase che si dice per ricordare che in fondo non esiste nessuno completamente pulito.

Tuttavia capita spesso che sia la circostanza a fare l’uomo ladro. Ad esempio, se vi fosse capitato di vincere 2 milioni di dollari dopo un lungo periodo di povertà, voi come vi sareste comportati se lo stato si fosse dimenticato di tagliarvi i sussidi alimentari in precedenza spettanti?

Un fortunato vincitore del Michigan (in America), il signor Leroy Fick, in precedenza senza lavoro, ha ben deciso di non comunicare nulla all’ufficio governativo preposto, di godersi la vincita e di continuare a riceve i sussidi di disoccupazione.

Prima della vincita, il signor Leroy Fick a causa della situazione di povertà aveva diritto a dei sussidi periodici, ma dopo che la sua situazione economica era cambiata non ne avrebbe dovuto più beneficiare.

Tuttavia, sfruttando una falla del sistema, il fortunato giocatore ha continuato come se nulla fosse ha percepire regolarmente i sussidi alimentari.

L’uomo però, non aveva fatto i conti coni il forte senso civico di un vicino (qualcuno direbbe uno spione), che avendolo visto utilizzare una carta di credito, insospettito dalla situazione ha fatto una segnalazione al responsabile dell’ufficio apposito.

Un rapido controllo e la furbata di Mister Fick è stata scoperta.

Fick non ritiene di aver fatto nulla di male, anzi, non si sente minimamente in colpa. Ha cercato di giustificarsi sottolineando che lo stato gli ha “mangiato” quasi il 50% della vincita in tasse.
Effettivamente, considerato che lo stato già incassa denaro dalle giocate degli scommettitori, prelevare ulteriore denaro da quanto vinto è veramente una “truffa”!

 
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*